Cosa fare durante il tempo libero

Tutti gli alloggi convenzionati con TartAmare si trovano a due passi dalla spiaggia, perciò i nostri volontari potranno godersi una meravigliosa vacanza sostenibile nella bellissima e selvaggia costa maremmana.

La maremma tuttavia è ricca di molte altre cose, e i nostri volontari potranno sfruttare il tempo libero a loro disposizione per fare delle stupende escursioni.

Chi ama le escursioni naturalistiche, ma è interessato anche all’aspetto storico/archeologico, non può perdersi una visita:
-   Al Parco Regionale della Maremma, area naturale protetta, con un’incredibile varietà di specie animali e vegetali. Il Parco offre molti itinerari con diversi livelli di difficoltà e ognuno può trovare il percorso adatto alle proprie esigenze e capacità.

-   Alla Riserva Naturale della Diaccia Botrona. Il “Padule” della Diaccia Botrona è ciò che resta di una vasta zona paludosa, residuo dell’antico lago Prile. La palude, a causa della presenza della zanzara anofele e, di conseguenza, della diffusione della malaria, fu oggetto di importanti operazioni di bonifica da parte dei Granduchi di Toscana nel corso del XIX secolo, terminate definitivamente negli anni ’50 - ’60 del XX secolo. Attualmente la Diaccia Botrona è una delle aree umide più importanti d’Italia, grazie alla enorme varietà di specie animali e vegetali presenti, ed è ritenuta un vero e proprio paradiso per i “birdwatchers”. Visitando la riserva è possibile anche scoprire la “Casa Rossa”o “Casa Ximenes”, esempio di ingegneria civile, realizzata per le bonifiche volute dai Lorena, e sede di un museo multimediale.

Merita una visita anche il Parco Costiero della Sterpaia, al confine settentrionale della Maremma. Si tratta di un’area naturale protetta, sottratta alla lottizzazione abusiva che ebbe luogo in questa zona durante gli anni ’70.

La Maremma si sa, è terra di Etruschi, e per saperne di più su questo affascinante popolo e sui loro conquistatori Romani è d’obbligo una visita a:

- Il Parco Archeologico di Baratti e Populonia, situato nella bellissima cornice del golfo di Baratti e del promontorio di Piombino; esistono vari percorsi all’interno del parco che, attraversando il bosco e la macchia mediterranea, permettono di visitare abitati, necropoli e persino i resti di un antico monastero benedettino.

- L’Area Archeologica di Vetulonia e Museo Archeologico Isidoro Falchi. Vetulonia è un borgo che conta oggi circa 300 abitanti e possiede uno dei siti archeologici etruschi più importanti del mondo. I resti della città etrusca risalgono al III sec. a.C., quando la città di Vetulonia era ormai sotto l'orbita romana. Ai piedi della collina su cui si trova la cittadina, si possono visitare le tombe monumentali: la Tomba del Belvedere, la tomba della Pietrera, la Tomba del Diavolino e, infine, la tomba della Fibula d'Oro, raggiungibili attraverso la Via delle tombe, una strada sterrata ben segnalata. Nella parte più alta della città di Vetulonia si ergono i resti delle mura ciclopiche, le Mura dell'Arce, mentre nella piazza principale ha sede il Museo Isidoro Falchi, che espone reperti unici al mondo.

- L’Area Archeologica di Roselle, situata su una collina alle spalle della città di Grosseto; Roselle fu un antico insediamento etrusco, conquistato in seguito dai Romani e con una continuità di vita che arriva fino al XII secolo d.C. Il percorso di visita si snoda sulla collina dalla cui sommità si gode di una meravigliosa vista sulla pianura maremmana.

Per scoprire un aspetto particolare del nostro territorio si consiglia una visita al Parco Archeo-minerario di San Silvestro, situato alle spalle del promontorio di piombino. Il percorso è caratterizzato dalla visita ad alcuni musei, alle miniere e al Castello di San Silvestro, borgo medievale di minatori e fonditori fondato circa mille anni fa.

Per chi è meno avventuroso o preferisce “escursioni” più rilassanti, consigliamo di visitare i bellissimi borghi e centri storici che costellano la maremma costiera.

Tra i più significativi ricordiamo:

- Il Centro Storico di Grosseto, con le sue possenti Mura Medicee, il Museo di Storia Naturale della Maremma, Il Museo Archeologico e d’Arte della Maremma e il Polo Culturale Le Clarisse, che comprende istituzioni museali più piccole, ma altrettanto importanti..

- Il borgo medievale di Castiglione della Pescaia, arroccato sul fianco di una collina, con viste mozzafiato sul mare.

- Massa Marittima con la splendida Cattedrale di San Cerbone, il centro storico medievale e i vari piccoli musei, tra i quali merita sicuramente una visita il Museo della Miniera.

- Il piccolo borgo di Populonia, dove è possibile fare ottimi aperitivi con vista sul golfo di Baratti e visitare la fortezza medievale e il piccolo, ma interessante, Museo Gasparri.

Per maggiori info consigliamo di visitare i siti web:
-   Musei di Maremma
-   Parchi della Val di Cornia
-   Comune di Castiglione della Pescaia, portale del turismo
-   Comune di Grosseto
-   Maremma in Festa

 

 

Invia Candidatura

 

Altro in questa categoria: « Condizioni per la partecipazione